Skip to main content


  Martedì, 23 Dicembre 2008

Il chiarimento di Alleanza Nazionale

- Sulle proposte e l'interrogazione presentata dal candidato sindaco Endrio Ubaldi

Il dubbio che si voglia raccontare qualcosa di ben diverso dalla realtà

a cura del Direttivo Circolo AN Montegranaro



Il Direttivo del Circolo di A.N. di Montegranaro nel formulare a tutta la cittadinanza i più sinceri Auguri di Buon Natale ed un 2009 pieno di soddisfazioni, coglie l’occasione per chiarire 2 questioni, che in questi giorni sono emerse dalle cronache.

La prima è quella riguardante la proposta del nostro candidato Sindaco Avv. Endrio Ubaldi, che è di apertura alla città ed a tutte le forze ed energie che vogliono impegnarsi, per contribuire ad una corretta ed equilibrata gestione della cosa pubblica.
Ben altra storia, è far apparire la stessa candidatura, come un invito rivolto alla sinistra. La verità è che
con l’indicazione del nostro Capogruppo Consiliare, tante persone anche politicamente di centrosinistra,
hanno deciso di aderire all’Associazione “Liberi per Montegranaro”, che dovrà essere il luogo d’incontro d’esperienze diverse, con l’obiettivo di condividere un progetto concreto e realizzabile. Se poi, degli autorevoli esponenti della sinistra cittadina, si preoccupano di prendere le distanze dal nostro candidato, è un problema solo loro, anzi, dimostrano ancor di più, che A.N. non ha mai agito trasversalmente ed operato contro qualcuno, probabilmente, è proprio questa nostra libertà d’azione e di pensiero che da fastidio. Quando leggiamo di presunti luminari e “cattedrali”, che starebbero lavorando da anni sul programma per le prossime amministrative, ne prendiamo atto, ma pensiamo di non aver bisogno delle lezioni accademiche di nessuno, riteniamo di avere le giuste competenze e conoscenze delle problematiche cittadine, con una serie di priorità già individuate, che porteremo all’attenzione dei cittadini.

La seconda questione da chiarire, è quella concernente l’oggetto dell’interrogazione di Ubaldi, discussa nell’ultima seduta del Consiglio Comunale, riguardante la precaria situazione in cui versa il Campo Sportivo di Via Buonarroti, cosicché, in questa sede ribadiremo quanto affermato in sede di replica dallo stesso Capogruppo. Registriamo con piacere, che c’è stato l’impegno da parte del rispondente e dell’Ufficio Tecnico, nella relazione scritta prodotta, a sistemare la recinzione entro gennaio, ma va chiarito, che l’intervento dei mesi scorsi riguardante la bitumatura del parcheggio, che le famiglie delle centinaia di ragazzi del settore giovanile da anni aspettavano, e che da almeno 4 anni il Sindaco assicurava si sarebbe
fatto, non può assolutamente essere messo in relazione al problema della recinzione e del movimento franoso. Dopo anni di richieste inevase e di continue pressioni da parte dell’ex Assessore allo Sport (di questo sono testimoni i dirigenti, gli atleti ed i custodi dell’impianto), che ogni volta si sentiva rispondere che non c’erano i fondi, si sono utilizzati circa € 13.000 delle somme destinate alla viabilità e all’arredo urbano, in quanto la bitumatura di un parcheggio a servizio del campo sportivo, può sicuramente configurarsi in tale tipologia d’interventi. Tutta altra cosa, è raccontare che Ubaldi avrebbe potuto fare delle economie, riducendo l’impegno per delle manifestazioni estive come Veregra Street (vera e propria eccellenza nel panorama culturale cittadino), per utilizzare tali somme nella sistemazione della recinzione. Chi ha detto ciò in Consiglio, sa che una storia del genere non sta ne in cielo ne in terra, visto che i fondi per la Cultura ed il Turismo, non si sarebbero mai ed in nessuna maniera potuti utilizzare, per degli interventi di manutenzione straordinaria.
Se ciò fosse stato possibile, ci viene fin troppo spontaneo chiedere, perché ciò non è stato fatto anche dopo l’interrogazione, che è stata depositata verso la fine di novembre (mentre dopo tale data, sono state impegnate per delle manifestazioni, somme ben più cospicue di quelle utilizzate in estate per Veregra Street), anziché aspettare il Bilancio 2009? Non sarà, invece, che si vuol raccontare qualcosa di ben diverso dalla realtà, per gettare discredito sull’azione sempre attenta ed oculata nell’impiego delle somme, che l’ex Assessore allo Sport e Cultura ha sempre tenuto? Ad ogni modo, visto che l’obiettivo era quello di far sostituire la recinzione cadente e pericolosa, speriamo che entro gennaio questo avvenga, così come, ci auguriamo che venga portata altra terra e sia ben levigata. Oltre a completare lo smaltimento delle strutture con coperture in amianto, visto che i tecnici incaricati, hanno sistemato la copertura degli spogliatoi, ma non hanno portato via il box che veniva utilizzato come punto bar, che è a stretto contatto con il pubblico delle gradinate.






ULTIM'ORA
ARTICOLI COMMENTATI:
Passeggiata da Pedaso a Campofilone
axel
Psicologia clinica in ospedale

Right menu

Ci sono 315 utenti online.
copyright © 2003-2011 corrierenews.it , corrierenews.com

Edizioni Fisal - Fermo Direttore responsabile: Alessandro Sabbatini - Autorizzazione del tribunale di Fermo n.2/2003 del 11/03/2003
P.Iva/C.F. 01265030443 - Registro Imprese di Ascoli Piceno - Capitale sociale: 2.582,27 Euro